Loading...

CANTO LIRICO

Sofia Folli

Nata a Impruneta (Fi) si laurea in canto con il massimo dei voti e lode presso il conservatorio “Rinaldo Franci” di Siena sotto la guida della Prof.ssa Laura Polverelli. Sofia inizia la sua carriera musicale all’età di cinque anni nel coro di voci bianche di Fiesole partecipando a diverse opere liriche (“la Boheme” “i Pagliacci” e “La Dama di Picche”) in cartellone nelle stagioni del Maggio Musicale Fiorentino. Fin da piccola affianca la passione per la musica a quella per la danza: dall’età di 6 anni fino ai
23 frequenta corsi di danza classica, modern jazz e contemporanea, decidendo poi di dedicarsi pienamente alla musica.
Dal 2001 studia canto lirico con Nicoletta Maggino presso la scuola di musica “Il Trillo” a Firenze. Negli anni colleziona numerose esperienze musicali sia in Italia che all’estero. Appena tredicenne registra l’opera “Il Gabbiano Jonathan Livingston” di Massimo Buffetti, nel 2011 canta all’interno della XI ediz. Del FLORENCE INTERNATIONAL MUSIC FESTIVAL giovani talenti della musica dal mondo.
L’anno successivo si esibisce nell’ambito del progetto “La città degli Uffizi” alla presentazione della mostra “Alessandro Pieroni dall’Impruneta e i pittori della Loggia degli Uffizi”. A novembre 2012 consegue la laurea di primo livello in Arte Musica e
Spettacolo presso la facoltà di Lettere e Filosofia di Bologna. Ad aprile dello stesso anno prende parte al progetto di collaborazione fra l’orchestra della scuola di musica di Greve in Chianti e l’Universität Mozarteum Salzburg cantando il mottetto “In Furore
Iustissimae Irae” di A. Vivaldi in sale da concerto di grande prestigio. Ha occasione di esibirsi nuovamente a Salisburgo ad agosto 2014 frequentando la masterclass di alto perfezionamento tenuta dal soprano statunitense Helen Donath. Presso il conservatorio partecipa inoltre a diverse masterclass con docenti del calibro di Eva Mei, Renato Palumbo e Ney Rosauro. Sempre nell’estate 2014 si esibisce durante la Festa della Musica a Siena presentando lo Stabat Mater e “La Serva Padrona” di G.B.
Pergolesi (regia di Paolo Micciché) in scena nella sala degli specchi all’Accademia dei Rozzi a Siena. Viene selezionata tra i migliori allievi del conservatorio per partecipare allo spettacolo, scritto e diretto da Paolo Micciché, “Ivresse de l’operà” esportato a
Cannes come apertura al festival “Nuits Musicales du Suquet”. Lo scorso novembre partecipa, insieme all’Orchestra Sinfonica “Rinaldo Franci” diretta da Michele Manganelli, alla prima edizione del festival “Laudetur” promosso dall’Opera Metropolitana di Siena eseguendo il mottetto “Exultate Jubilate” di W. A. Mozart.
Recentemente si è esibita, insieme a Renzo Rubino, all’interno del programma televisivo “Che tempo che fa” diretto da Fabio Fazio su Rai 3. Ha inoltre interpretato Annina ne “La Traviata” di G. Verdi per l’associazione musicale O.M.E.G.A di Firenze.

2017-10-10T17:32:24+00:00